La modernità degli studi storici: principi e valori del Notariato - PREMESSA
PREMESSA

Nel quadro delle iniziative volte alla formazione ed all’aggiornamento professionale dei propri iscritti, il Consiglio Nazionale del Notariato e la Fondazione del Notariato hanno ritenuto opportuno inserire un Convegno che proponesse una lettura dell’attuale figura del Notaio come punto d’arrivo di un percorso che, nel corso dei secoli, ha consentito alla categoria di ritagliarsi, nei differenti contesti nazionali in cui è stata operativa, uno spazio di riconosciuto prestigio professionale e sociale. Dalle antiche testimonianze dei testamenti, delle doti, delle società familiari, si è passati ad un presente più vario e complesso che non può rinunciare all’opera ed alla fides dei Notai.
Il compito di ricostruire e discutere tali problematiche è stato assunto da un incontro congressuale che si è svolto a Genova il 16 maggio 2014 ed è stato patrocinato, oltre che dalla Presidenza Nazionale, dalla Fondazione e dalla Commissione Studi storici, anche dal Consiglio Notarile di Genova e dal suo Presidente Notaio Luigi Castello, e dal Centro Studi per la storia del Notariato genovese ‘Giorgio Costamagna’, diretto dal Notaio Carlo Carosi.
L’intenzione degli organizzatori è stata quella di articolare tematicamente lo svolgimento dell’incontro ponendo in essere quasi un concreto dialogo tra storia ed attualità. I singoli temi sono stati affidati a due Relatori con il compito di incrociare i loro interventi al fine di ottenere un collegamento diretto tra il passato della professione notarile ed il suo presente. La gamma degli argomenti approfonditi è stata volutamente ampia ed ha spaziato da tematiche teoriche, tradizionalmente interne alla professione, come le fasi della formazione professionale, la publica fides, i tariffari, la presenza nel comparto della giurisdizione, le valutazioni della volontà privata, per approdare alle delicate operazioni in campo societario ed ai complessi rapporti tra letteratura notarile e cultura giuridica.
Il Convegno è giovato della ospitalità del Consiglio Notarile di Genova e della amichevole accoglienza ricevuta dal Presidente Notaio Luigi Castello. I partecipanti sono stati riuniti negli storici locali dell’Archivio di Stato di Genova dove, a cura di Giustina Olgiati, è stata allestita una mostra documentaria, di grande interesse (come si può vedere in Appendice a questo volume) in tema di matrimoni e rapporti di coppia nella testimonianza dei notai medievali genovesi. Anche questo è da inquadrare tra i contributi che, come ricorda nella sua ‘Introduzione’, il Presidente Maurizio D’Errico, contribuisce a meglio comprendere la modernità ed i valori sempre fortemente propugnati e difesi dal Notariato.

Vito Piergiovanni
Commissione studi storici e ricerche sul Notariato
PUBBLICAZIONE
» Indice
» Approfondimenti